Chirurgia del volto

Il lifting facciale

È l'intervento chirurgico del volto a migliorare l'aspetto del viso, correggendone il rilassamento dei tessuti, ed attenuando i segni del passare del tempo.


La pelle, infatti, col passare degli anni, perde progressivamente di elasticita' oltre ad assottigliarsi. Si formano cosi' le rughe, che compaiono inizialmente nelle zone maggiormente sottoposte ai movimenti mimici (contorno degli occhi e della bocca), per poi diffondersi al resto del viso ed al collo. Il lifting deve quindi avere, necessariamente, due obiettivi principali: ridurre la quantita' di pelle, nei punti in cui essa risulta troppo abbondante, e risollevare le strutture muscolari rilassate, vero sostegno del piano cutaneo.

La classica incisione del lifting parte dalla regione delle tempie, scende davanti e dietro l'orecchio per poi girare posteriormente e finire nei capelli della nuca. La pelle cosi' liberata viene quindi riposizionata, rimovendosi quella in eccesso, ed al contempo trattando il piano muscolare profondo.

Vi sono casi in cui e' sufficiente l'intervento parziale chiamato ''mini-lifting'' che consiste nella sola trazione della parte alta del viso per ottenere la risalita del sopracciglio e l'apertura dell'angolo esterno dell'occhio, oppure trattare unicamente la regione del collo attraverso un'incisione dietro l'orecchio.

Quando necessario si puo' anche praticare una piccola incisione al di sotto del mento che consente la rimozione del grasso in eccesso e l'appianamento delle bande verticali causate dai muscoli del collo.

L'intervento si effettua utilizzando anestesia locale e sedazione ed in regime di Day Hospital o con una notte di degenza; ha una durata generalmente di due/tre ore e si associa frequentemente alla blefaroplastica o lifting delle palpebre ed al laser resurfacing. Molte volte, poi, per ridare al volto la pienezza necessaria, si puo' ricorrere, in associazione con il lifting, alla lipostruttura. Con questo tipo di intervento si ridona al viso la pienezza e il vigore della giovinezza, innestando del grasso prelevato da altre zone del corpo attraverso una piccola liposuzione.

Il grasso viene iniettato in maniera precisa ed uniforme con delle microcannule, dopo essere stato purificato e reso compatto attraverso il passaggio in una specifica centrifuga.

Dopo l'intervento viene collocata una medicazione compressiva che verra' rimossa la mattina seguente. Dopo due giorni e' possibile lavare la testa e farsi la doccia. I punti vengono rimossi gradualmente a partire dal quinto giorno dall'intervento. I lividi attorno agli occhi e sul collo sono quasi la regola e scompaiono nel giro di otto - dieci giorni. L'inevitabile gonfiore post-operatorio tende a riassorbirsi in due settimane. Le cicatrici, dopo qualche mese dall'intervento, risultano praticamente impercettibili se non vi sono individuali tendenze all'ipertrofia. Puo' essere avvertito un senso di tensione alla nuca e vicino alle orecchie per circa due mesi.

L'attivita' sportiva potra' essere ripresa dopo circa un mese. Utile, nell'immediato periodo postoperatorio, sottoporsi a massaggi linfodrenanti da parte di personale esperto oltre a sedute di laser CO2.

Analisi richieste per l'intervento

Emocromo completo, Azotemia, Creatinina, Glicemia, Transaminasi, Elettroliti, P.T., P.T.T., Fibrinogeno. Elettrocardiogramma (le analisi e l' E.C.G. hanno una durata media di 4-5 mesi).

Vantaggi

Recupero di un aspetto giovanile e naturale, duraturo nel tempo.

Svantaggi

Interruzione delle proprie attivita' per circa una settimana. Diminuzione della sensibilita' nelle aree operate per alcune settimane dopo l'intervento chirurgico. Possibili rischi di ematomi, (nei casi piu' importanti possono richiedere il ritorno in sala operatoria per la loro rimozione) infezioni e cattiva cicatrizzazione successive alla comparsa di aree di necrosi, molto maggiori peraltro nei fumatori. Per questo, nei forti fumatori, e' sconsigliabile l'intervento, a meno che non riducano drasticamente il fumo per alcuni mesi prima dell'intervento.

Opzioni non chirurgiche

È ben nota la possibilita' di migliorare l'aspetto del volto con il semplice utilizzo di filler quali acido ialuronico di lunga durata o il lipofillig, intervento che consente di recuperare i vuoti lasciati dal tempo, riempiendoli con il proprio tessuto adiposo . Nei casi invece dove esiste una vera e propria lassita' cutanea, poco e' possibile ottenere senza l'ausilio della chirurgia. Si e' parlato in modo entusiastico dell'utilizzo dei fili di sospensione. In realta', pur essendo una procedura semplice, che si realizza utilizzando anestesia locale, e di rapida applicazione, non garantisce purtroppo un risultato simmetrico ne duraturo.