I costi


I costi di un intervento chirurgico sono difficilmente indicabili senza effettuare una valutazione del caso clinico. Vale la regola comunque di considerare che non si deve pensare di poter risparmiare sul costo di una chirurgia come quella estetica che necessita di assoluta esperienza e competenza e che deve essere realizzata in strutture adeguate ed in grado di offrire una assistenza completa.

Insomma costi abbordabili e competitivi sul mercato in linea con i valori indicati in genere sulle riviste e sui vari programmi televisivi. Assolutamente sbagliato scegliere il chirurgo o la Casa di Cura in base al minor costo proposto!!! Più giusto invece chiedere delle forme di pagamento convenienti e la possibilita' di utilizzare dei percorsi agevolati, come per esempio e' possibile realizzare attraverso l'accordo che abbiamo fatto con il CLUB MEDICI www.clubmedici.it, che consente al paziente di non anticipare nulla e di pagare l'intero intervento chirurgico mediante una rateazione mensile della cifra desiderata.

consenso informato: lo scopo principale e' quello di certificare che il paziente e' ben cosciente della scelta che sta effettuando, avendo potuto discutere sia con il chirurgo che con il resto dell’equipe tutti i i particolare anche per quanto riguarda rischi e possibili benefici della procedura desiderata. Non si tratta di uno scarico di responsabilità da parte del chirurgo ma di un riconoscimento da parte del “cliente” che le informazioni richieste, i dubbi e tutti i chiarimenti necessari sono stati adeguatamente forniti. Normalmente il consenso viene anche fornito insieme a tutte le informazioni date attraverso un opuscolo durante la prima visita in modo che prima dell’intervento ci sia stato un margine di tempo adeguato per chiarire eventuali dubbi residui o per chieder ulteriori informazioni. Si richiede con il consenso inoltre la possibilità di raccogliere materiale fotografico e tutte le informazioni sanitarie necessarie.

CV Avvocato Francesca Toppetti Articolo sul consenso ad Opera dell'Avvocato Francesca Toppetti esperta di Diritto Sanitario